Notte dei Musei 2017: da Escher a Andy Warhol senza dimenticare le tracce romane

Sabato 25 marzo torna a Catania la Notte dei musei, appuntamento che negli ultimi anni si riconferma periodicamente per consentire a chiunque di conoscere le bellezze di interesse artistico, storico ed archeologico cui la città etnea è ricca.

Un’occasione sia per i catanesi di ammirare la propria città natale con occhi diversi e altresì per i turisti di entrare in contatto con la storia che Catania riesce a comunicare da ogni angolo della città. Durante la Notte dei Musei sarà possibile visitare gratuitamente monumenti quali la cripta di Sant’Euplio, santo compatrono di Catania e collocata nell’omonima via, le terme della Rotonda , edificio romano trasformato successivamente in chiesa bizantina, l’Anfiteatro romano ubicato nel centro storico di Catania, più precisamente a piazza Stesicoro dalla quale è possibile intravederne uno scorcio e il Palazzo della Cultura che coglie l‘occasione per inaugurare la mostra scultorea “Amor sacro e amor profano” di Dino Cunsolo e consentire ai visitatori di ammirare altresì diverse opere pittoriche di pregio.

I visitatori potranno usufuire della tariffa ridotta per visitare tra le tante la mostra di Escher presso Palazzo della Cultura, “il genio di Andy Warhol” presso il castello Ursino , il museo Belliniano, il museo Emilio Greco , la chiesa di San Nicolò l’Arena la più grande di Catania e le terme Achilleane. Data l’affluenza esorbitante che caratterizza ogni edizione de “La notte dei musei” si consiglia di arrivare in anticipo o nei casi in cui fosse possibile, di prenotare le visite.

Maria Longo

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://etnaeventi.it/2017/03/23/notte-dei-musei-2017-da-escher-a-andy-warhol-senza-dimenticare-le-tracce-romane/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *