‘Suspiria’ all’Alfieri 40 anni dopo: tra metallari e cultori, Dario Argento torna in 4K

Tremate, tremate, le streghe son tornate. Ma non ci troviamo dinnanzi ad un ritorno delle femministe in piazza. Sono le streghe di ‘Suspiria’, tornate per una notte all’Alfieri, dove s’è celebrato – unico luogo a Catania e in spettacolo unico – il 40esimo anniversario del classico dell’orrore diretto da Dario Argento.

Una platea piena per più di metà (un nel po’ di gente, insomma, considerando l’essere un evento di nicchia) ha assistito alla proiezione della versione restaurata del quarto film del regista romano, uscito per la prima volta nel 1977. E se nel 1977 gli effetti speciali potevano apparire il top della gamma, quarant’anni dopo (e con il restauro e con il 4K), le scene gore possono sembrare kitsch (mentre la scenografia ne guadagna, specie quella del palazzo della Tanz Dance Academy, dov’è ambientato il film). Qualcuno fa notare l’effetto un po’ invasivo della colonna sonora. Personalmente, ho trovato la nota colonna sonora – ad opera dei Goblin – l’elemento capace di continuare a dare quarant’anni dopo un accenno di suspense.

Nonostante il rischio del kitsch, ad assistere a questo spettacolo unico di un mercoledì di febbraio, c’è gente che probabilmente ha già visto il film o, comunque, sa cosa aspettarsi da un film d’annata di Dario Argento: pochissimi i giovanissimi, poche le coppie, tanti i metallari e i cultori presenti.

(Un ringraziamento all’Alfieri per averci permesso di assistere allo spettacolo)

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://etnaeventi.it/2017/02/02/suspiria-allalfieri-40-anni-dopo-tra-metallari-e-cultori-dario-argento-torna-in-4k/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *