Giuliana De Sio a Catania con “Notturno di donna con ospiti”

In questi giorni, al Teatro Verga di Catania, sarà possibile assistere alla messa in scena del dramma teatrale “Notturno di donna con ospiti”, reso famoso dalla geniale scrittura  di Annibale Ruccello e dalla fortunata e profonda interpretazione dell’attrice Giuliana De Sio (Spettacolo unico: ore 17:30).

Il testo del commediografo napoletano, morto nel 1986 a causa di un drammatico incidente stradale, ha riscosso un successo tale da vantare ben 800 repliche all’attivo solo in Italia.  Anche questa volta Giuliana De Sio sarà la protagonista assoluta, la bella attrice, in vent’anni di repliche, ha ricoperto il ruolo di Adriana per tre volte. La stessa attrice ha dichiarato, in un’intervista concessa a ‘Repubblica’ nel 2004, di aver deciso da subito, alla prima lettura, di voler affrontare l’interpretazione di Notturno, perché questo spettacolo ha un nesso profondo con la sociologia più raccapricciante, perché racchiude insieme eros, sogno, pulsioni energiche ed un vortice di lutto. Si tratta di uno spettacolo totale, e di questo è fermamente convinta la De Sio, reso tale dallo sbalestramento messo in atto da Ruccello: la prima parte della vicenda è quasi leggero come se si trattasse di una commedia, mentre la seconda è stata pensata per incutere terrore.

La vicenda si svolge in terra partenopea e narra di Adriana (interpretata dalla De Sio), donna incinta del suo terzo figlio, che durante una notte più che rocambolesca si ritrova a dover accogliere in casa una donna che le chiede aiuto dopo aver subito un’aggressione in strada. Adriana ben presto riconosce Rosanna nella donna: si tratta della sua vecchia compagna di banco a scuola. L’azione viene movimentata dall’arrivo in sequenza di Arturo, marito che Rosanna tradisce abitualmente e che, a sua volta, non disdegna la compagnia del gentil sesso (a dimostrazione di questo, Arturo inizia a corteggiare spudoratamente Adriana, nonostante il suo stato interessante),  di Michele, marito di Adriana e metronotte di mestiere, e di Sandro, ex fidanzato di Rosanna che da poco ha finito di scontare una detenzione in carcere. Adriana, una casalinga semplice che spesso si ritrova ad essere sola in casa con i figli e che, per questo, ha accumulato nel tempo una notevole dose di noia nella sua vita, scossa dagli avvenimenti della serata, inizia a bere alcolici ed a riflettere sulla sua esistenza a partire dall’infanzia; ripensa a sua madre, troppo ingombrante e dispotica, ed a suo padre, troppo abituato a subire ed annullato dallo strapotere della moglie. Il finale della storia è tragico e sorprendente: la psiche di Adriana è messa duramente alla prova da questi flashback che le hanno fatto tornare alla mente sentimenti che il suo inconscio aveva messo a tacere. Come una moderna Medea, in un attimo di follia, e forse per sfuggire a quella vita troppo routinaria e solitaria, Adriana ucciderà i suoi figlioletti.

Giuliana De Sio è attrice di teatro e televisione. Ha iniziato la sua attività alla fine degli anni ’70, e ha lavorato con tutti i volti più noti dello spettacolo italiano. Tra i suoi lavori più recenti per la televisione si ricordano: “Il bello delle donne” (la serie televisiva che ha regalato la fama a Gabriel Garko) e “Il bello delle donne… alcuni anni dopo” (in onda per la prima volta proprio in questo periodo), “Caterina e le sue figlie 2” (al fianco della straordinaria ed indimenticata Virna Lisi), “L’onore e il rispetto”, “Fuorore- Il vento della speranza”. A teatro, oltre a Notturno, porta in scena dal 2007 “Il laureato”, in cui interpreta il ruolo della Signora Robinson. Ha vinto due David di Donatello come migliore attrice protagonista per “Io, Chiara e lo Scuro” (1983) e per “Cattiva” (1992). Nel 2011 ha rischiato di morire a causa di un’embolia polmonare e di una trombosi venosa alla gamba tardivamente  diagnosticate.

Maria Mento

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://etnaeventi.it/2017/01/23/giuliana-de-sio-a-catania-con-notturno-di-donna-con-ospiti/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *