La pittrice iraniana Safari Rasta in mostra al caffè letterario del Palazzo della Cultura a Catania

Aperta giorno 25 novembre la mostra Distress della pittrice iraniana Safari Rasta, che si terrà fino al 22 dicembre, salvo proroga, al caffè letterario del Palazzo della Cultura, in via Vittorio Emanuele, a Catania.

La mostra gratuita è curata dalla galleria Beniamin Art e diretta da Paolo Greco, con il patrocinio dell’Accademia delle Belle Arti e del Comune di Catania.

La giornata di inaugurazione del 25 novembre ha permesso ai catanesi di incontrare l’artista ed assistere ad un vivo dibattito, sostenuto dal direttore dell’Accademia di Catania e da molti docenti universitari.

Con una solida formazione nell’Accademia d’Arte dell’università di Zahedan, la giovane pittrice ha già riscosso successo tanto in patria quanto all’estero, mostrando le proprie opere in Sicilia, sempre grazie alla galleria Beniamin Art, a Noto,  Taormina e Riposto.

Le influenze classiche che richiamano per cifra stilistica e impatto visivo i celebri dipinti di Goya e Rembrandt, e il saggio uso di colori acrilici e ad olio, ha permesso a Rasta di descrivere acutamente il dramma quotidiano del clandestino e dello Straniero, per citare lo scrittore Camus, nell’accezione più classica del termine: figure tetre, in bilico sulla tela e sulla vita, senza alcun baricentro emotivo.

Da qui, la critica alla società attuale, perfettamente supportata dalle parole del semiologo Salvo Sequenzia, che scrive di un “viaggio dentro l’angoscia” come specchio della situazione attuale di molti clandestini e apolidi.

La mostra sarà accessibile ogni giorno dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 19, permettendo ai cittadini catanesi di misurarsi, attraverso un validissimo spunto artistico, con alcune delle tematiche più delicate degli ultimi anni.

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://etnaeventi.it/2017/11/27/la-pittrice-iraniana-safari-rasta-in-mostra-al-caffe-letterario-del-palazzo-della-cultura-a-catania/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *