Festività Pasquali al Museo: a Catania apriranno le porte i siti di competenza Comunale

È di poche ore fa la notizia, confermata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Catania tramite i social networks, che a Catania molti siti e musei gestiti dall’Amministrazione Comunale saranno aperti al pubblico durante le imminenti Festività Pasquali. È stata, inoltre, diramata una lista dei luoghi visitabili, con tutti i relativi orari di apertura. Si tratta di Castello Ursino (visitabile dalle ore 9:00 alle ore 20:00. I residenti a Catania potranno entrare usufruendo del biglietto a tariffa ridotta), del Palazzo della Cultura (visitabile dalle ore 10:00 alle ore 20:00), del Museo Emilio Greco (visitabile dalle ore 9:00 alle ore 13:00), del Museo Belliniano (visitabile dalle ore 9:00 alle ore 13:00). Il Bureau dell’Ufficio Turismo sarà anche aperto dalle ore 8:30 alle ore 13:30. Tutte queste strutture saranno accessibili in entrambe le giornate di Pasqua e Pasquetta, secondo gli orari appena ricordati, fatta eccezione per la Chiesa Monumentale di San Nicolò l’Arena, aperta soltanto nella giornata di domenica 16 aprile dalle ore 9:00 alle ore 13:00).

Rimane ancora da chiarire la questione relativa all’apertura del 1° maggio. Secondo una notizia che si è diffusa in rete nelle scorse ore, tutti i Musei catanesi verranno aperti al pubblico soltanto per la Festa della Liberazione del 25 aprile 2017, mentre si osserverà normalmente la chiusura settimanale del lunedì in occasione del prossimo 1° maggio. Molto probabilmente la faccenda riguarda soltanto i Musei che risultano essere sotto il controllo della Regione Sicilia e non dei siti su cui hanno competenze gli Enti Comunali di pertinenza.

Ricordiamo che la Sicilia non rientra direttamente nel circuito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (in sigla MIBACT) e quindi gli organismi regionali competenti possono decidere di aderire alle Sue iniziative, allineandosi, o  possono portarne avanti di proprie. Le Soprintendenze siciliane (in numero di 10), i 7 parchi archeologici, i 17 Musei archeologici regionali, le gallerie ed altri Musei (in totale 8), e le 4 biblioteche regionali fanno capo al Dipartimento regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, con sede nel capoluogo palermitano. Il tutto, naturalmente, senza considerare le realtà direttamente gestite dalle varie Amministrazioni Comunali.

Lo scorso anno, era impazzata la polemica sulla decisione di tenere chiuse le strutture museali in Sicilia durante le feste (Pasqua e Pasquetta comprese). Si tratta, in ogni caso, di una situazione che si è verificata in un contesto particolare: tale provvedimento era stato preso per cause di forza maggiore, vista la mancanza dei fondi necessari a retribuire gli straordinari al personale. Grazie ad un vertice a tre tenutosi tra Carlo Vermiglio (Assessore regionale ai Beni Culturali), Gaetano Pennino (Dirigente generale del Dipartimento regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana) ed il Presidente di SAS (“Servizi ausiliari Sicilia”) si è poi trovato un accordo che ha reso possibili le aperture dei Musei siciliani posti sotto il controllo regionale durante le festività.

Crediti fotografici

Maria Mento

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://etnaeventi.it/2017/04/13/festivita-pasquali-al-museo-a-catania-apriranno-le-porte-i-siti-di-competenza-comunale/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *