Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana chiudono in musica il mese di marzo al Metropolitan

La programmazione musicale del mese di marzo del Teatro Metropolitan di Catania si chiuderà con una presenza artistica davvero eccezionale.

Nella giornata di lunedì 27 è prevista, infatti, la prima delle due serate concertistiche che Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana offriranno alla Sicilia durante il loro tour del 2017. La seconda serata “gemella” si terrà al Teatro Golden di Palermo l’indomani stesso (28 marzo 2017). Lo spettacolo catanese avrà inizio alle ore 21:00 ed intratterrà il pubblico con circa tre ore di frizzante musica dal vivo suonata da artisti dall’ altissimo valore tecnico. La performance, come ha spiegato lo stesso Arbore, ha il compito di riportare alla mente degli ascoltatori la sensazione di trovarsi effettivamente in terra napoletana anche nel caso in cui il concerto si svolga da tutt’altra parte, ricreando i familiari suoni della musica melodica grazie all’alternanza di voci, cori ed assoli strumentali. Arbore afferma di essere un italiano vero, e come tale porta la musica italiana nel mondo, allietando anche i tanti compatrioti che nel corso del tempo si sono trovati ad emigrare e hanno costruito altrove le loro nuove famiglie.

Renzo Arbore festeggia quest’anno i suoi 80 anni di età ed i suoi 45 anni di carriera, 26 dei quali trascorsi in compagnia dell’Orchestra Italiana, con la quale si esibisce girando per il mondo. L’orchestra è stata voluta e fondata dallo stesso Arbore nel 1991 con l’obiettivo di rilanciare la musica napoletana nel mondo (differentemente da quanto si possa pensare, Arbore non è però napoletano: è nativo di Foggia) e di farla incontrare con altri generi musicali cari al suo mondo artistico, quali blues, jazz e swing, per entrare in nuovi universi sonori ancora inesplorati. I musicisti che fanno parte dell’orchestra sono i 15 che Arbore stesso definisce “all stars” e che sono stati scelti perché specializzati nella realizzazione di arrangiamenti originali della musica melodica e dei repertori di artisti come Renato Carosone e Roberto Murolo, alternandosi e completandosi tra loro nell’esecuzioni delle parti corali. Insieme hanno realizzato, nel corso degli anni, 9 dischi di cui due sono raccolte dei brani migliori. La formazione attuale dell’Orchestra vede la presenza di Barbara Buonaiuto, Gianni Conte e Mariano Caiano come voci soliste, Michele Montefusco e Paolo Termini alla chitarra classica ed acustica, Nicola Cantatore alla chitarra elettrica ed acustica,  Roberto Ciscognetti alla batteria, Massimo Cecchetti al basso, Peppe Sannino e Giovanni Imparato alle percussioni, Gianluca Pica alla fisarmonica ed alle tastiere, Salvatore Esposito e Nunzio Reina al mandolino, Salvatore Della Vecchia al mandolino, alla mandola, e ai mandoloncelli. Massimo Volpe si occupa della direzione, oltre che delle tastiere insieme a Pica.

Showman, musicista, attore, sceneggiatore, conduttore televisivo, talent scout e molto altro ancora, Renzo Arbore non ha mai smesso di cantare e suonare (il clarinetto, il pianoforte, la chitarra) fin dai suoi esordi musicali nel mondo del jazz avvenuti in gioventù a Foggia. L’intenso legame con il mondo melodico nasce e si consolida negli anni degli studi universitari che lo portano a laurearsi in Giurisprudenza proprio a Napoli. Sarebbe impossibile ricordare, in questa sede, tutti i suoi innumerevoli lavori, ma sicuramente una menzione di riguardo merita il programma televisivo “Quelli della notte” del 1985. Proprio in quell’occasione fu lanciato, sul panorama televisivo italiano, il messinese Nino Frassica, che ritornerà poi al fianco di Arbore con il programma “Avanti tutta!” trasmesso nella stagione 1987-1988. Tra questi due programmi si colloca la famosa partecipazione di Arbore al Festival di Sanremo del 1986 con la celeberrima canzone “Il clarinetto”, capace di classificarsi al secondo posto di quell’edizione. Celebre per un suo legame sentimentale con Mara Venier, l’artista convive oggi con il grande dolore derivato dalla perdita dell’indimenticata attrice Mariangela Melato, sua compagna storica ritrovata nel 2007 dopo un lungo periodo di lontananza e mai più lasciata, fino al triste epilogo della sua malattia.

Per la locandina

Maria Mento

Please follow and like us:
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
http://etnaeventi.it/2017/03/21/renzo-arbore-e-lorchestra-italiana-chiudono-in-musica-il-mese-di-marzo-al-metropolitan/
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *